Ultimo aggiornamento: martedì 20 marzo 2018

Software

STIMA10 Ver.10/2018

Software di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici secondo Legge n.10/91, D.Lgs n.192/05 e successive integrazioni (D.Lgs n.311/07, D.Lgs n.28/11, Legge n.90/2013)
Applicazione Decreti Nazionali del 26/06/2015 (Requisiti Minimi, Linee Guida Nazionali e Schemi di Relazione tecnica)
Aggiornato con l'intero pacchetto Norme UNI/TS 11300 Parti 1 e 2 Ottobre 2014, Parte 3 Marzo 2010, Parte 4, 5 e 6 Marzo 2016, UNI 10349 Marzo 2016
Completo di funzionalità per eseguire la diagnosi energetica, la ripartizione spese con metodo previsionale UNI 10200, abaco strutture opache UNI/TR 11552, calcolatrice trasmittanza ponti termici conforme  UNI ISO 14683

STIMA10 è dedicato al calcolo del carico termico di picco ed alla valutazione del fabbisogno energetico in regime invernale ed estivo dei sistemi edificio/impianto secondo le Norme tecniche UNI/TS 11300, alla verifica dei requisiti minimi previsti di legge sia per l'involucro che dell'impianto, alla determinazione della copertura percentuale di fabbisogno energetico da fonte rinnovabile alla compilazione della Relazione tecnica ed alla generazione dell'Attestato di qualificazione Energetica (AQE) e di Prestazione Energetica (APE).

E' disponibile una versione TRIAL RUN di prova, funzionante per 7 giorni anche non consecutivi.

 


Il programma richiede l'inserimento tabellare dell'involucro edilizio, esegue e visualizza in tempo reale il calcolo del carico termico di picco secondo UNI EN 12831, permette l'utilizzo di archivi dati personalizzabili (materiali, strutture e parametri climatici) e determina il fabbisogno di energia convenzionale secondo UNI EN ISO 13790:2008.
E' inoltre possibile eseguire per le diverse componenti edilizie le verifiche igrometriche secondo UNI EN 13788, calcolare la capacità termica ed il comportamento dinamico secondo UNI EN 13786.

Il software può essere utilizzato dall'utente per applicare:
 
  1. a livello NAZIONALE le metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche secondo le più recenti normative, utilizzare i modelli di Relazione tecnica Legge 10/91 previsti di Legge (con esclusione dei modelli previsti in Regione Emilia Romagna);
  2. generare l'Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) e/o l'Attestato di Prestazione energetica (APE) secondo le modalità stabilite nelle Linee Guida Nazionali (D.M. 26/06/2015); si precisa che in Regione Lombardia per redigere l'APE è necessario utilizzare il software Cened.
  3.  il calcolo del contributo percentuale da fonte rinnovabile con verifica degli obblighi previsti dal D.Lgs n.28/11e la UNI TS 11300-5 che fornisce precisazioni e metodi per determinare in modo univoco il fabbisogno di energia primaria degli edifici
  4. esportare i dati nel formato XML previsto da CTI a livello nazionale nel formato ridotto e/o esteso compatibile con le procedure REGIONALI (Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Friuli, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Basilicata... elenco in aggiornamento);verificare localmente la versione richiesta.

  5. eseguire una diagnosi energetica applicando il metodo di valutazione adattato all’utenza A3 (Tailored rating) descritto nelle norme UNI/TS 11300. Il programma permette di impostare per ogni zona il regime di funzionamento, descrivere le modalità di occupazione ed utilizzo, le temperature interne di attenuazione, gli apporti interni e latenti, i dati per la ventilazione/infiltrazione. Per la descrizione degli impianti si utilizzano i metodi analitici. Per ogni zona sono visualizzabili report di calcolo esportabili in fogli excel.

  6. utilizzare l’abaco delle strutture costituenti l’involucro degli edifici descritto nel rapporto tecnico UNI/TR 11552. Tali parametri possono essere usati per valutazioni energetiche di edifici esistenti in assenza di informazioni più dettagliate sui materiali che compongono la struttura.

  7. calcolo la ripartizione della spesa totale per la climatizzazione invernale ed ACS con metodo previsionale secondo UNI/TS 11300 (Parti 1,2,4) e della norma UNI 10200/2015. Il programma produce un report con adeguato livello di dettaglio simile ai modelli riportati nelle appendici C.2 e C.5 della norma. Per determinare i millesimi di fabbisogno il software utilizza i fabbisogni di energia calcolati con STIMA10 nella modalità A2 standard (predefinita nel software) e A3 Diagnosi (è richiesto applicativo dedicato). Completo della verifica sulla differenza dei fabbisogni termici tra unità immobiliari (>50%). Visualizzazione e stampa spese e consumi.
       
STIMA10 Versione 10 è un software certificato CTI n.74 .
Il certificato di garanzia di conformità è qui disponibile in formato PDF.

 

 



Site map